Santuari del Trentino

Madonna della Corona – Rovereto – Trento – Santuario di S. Romedio – Madonna di Petralba – Salorno – Lago di Braies – San Candido

Quota individuale di partecipazione: € 300
Supplemento camera singola: € 50
Minimo 50 partecipanti
Supplemento base 40 persone paganti: € 10

La quota comprende:

  • Tour di 3 giorni / 2 notti
  • Tour in Bus gran turismo
  • Sistemazione in Hotel ***S a Salorno  cena e pernottamento
  • Trattamento mezza pensione con colazione a buffet
  • Guida a Trento (con ingresso al Castello )
  • 2 pranzi  in ristoranti
  • Assicurazione e medico / bagaglio e RCT

La quota non comprende:

  • Bevande ai pasti
  • Mance, extra personali e tutto quanto non espressamente indicato alla voce “la quota comprende”.

Documenti necessari: adulti e minori carta d’identità o passaporto

Comfort Erica Hotel ***S – Salorno (mezza pensione) – (www.comforthotelerica.it)
Situato a Salorno, il Comfort Hotel Erica offre una palestra gratuita, un centro benessere con bagno turco e sauna e camere con connessione WiFi gratuita e balcone arredato con affaccio sulle Alpi. Le sistemazioni sono caratterizzate da un design tradizionale di montagna e da pavimenti in moquette e sono dotate di TV satellitare LCD e bagno privato con set di cortesia e asciugacapelli. L’Erica Comfort Hotel  dista 500 metri dal centro di Salorno.

1° giorno: Bergamo – Madonna della Corona – Rovereto – Trento
Partenza da Bergamo e visita al Santuario della Madonna della CoronaNel XV secolo era un romitaggio; la prima chiesa venne inaugurata nel 1530, dopo la visita del vescovo Gian Matteo Giberti. Divenne santuario nel 1625, quando i cavalieri di Malta fecero riedificare la chiesa, che venne poi completata nel 1680. All’inizio il santuario era noto col nome di “Santa Maria di Montebaldo”. Nel 1898 si decise di ampliarla di circa due metri verso il piazzale antistante; fu così che nel 1899 fu rifatta la facciata in stile gotico e decorata con marmi di Sant’Ambrogio. Nel 1928 furono fatti alcuni ritocchi all’altare maggiore nella nicchia della Madonna.
Trasferimento a Rovereto per il  pranzo in ristorante.
Nel pomeriggio sosta a  Trento e visita guidata della città per tutto il pomeriggio.
La visita prevede: Piazza Duomo con la fontana del Nettuno, Case Rella e le facciate affrescate negli anni ’30 del Cinquecento, la medievale Torre di Piazza, il Palazzo Pretorio, La Cattedrale di San Vigilio, L’antica Via Larga, poi via Belenzani, sulla quale si affacciano le facciate affrescate dei palazzi Geremia e Thun lungo l’antica via Lunga verso il ”canton” e la porticata via Suffragio, un tempo luogo di mercato e osterie nei pressi del porto fluviale. Ed in fine è previsto l’ingresso al l celebre Castello del Buonconsiglio (ingresso incluso), dove si possono ammirare cicli di affreschi tardomedievali.
In serata sistemazione in hotel  zona Salorno. Arrivo cena e pernottamento.

2° giorno: Santuario di S. Romedio – Madonna di Petralba – Salorno
Prima colazione i hotel, escursione a Predaia e visita al Santuario di S. Romedio
Il santuario è dedicato alla figura dell’eremita San Romedio, situato su un ripido sperone di roccia, nello splendido scenario naturale della Val di Non.
Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio proseguimento per la visita al Santuario della Madonna di Petralba, uno dei principali santuari in Alto Adige, collocato a 1 520 m s.l.m., tra i paesi di Nova Ponente e Monte San Pietro
In serata rientro in hotel per cena e pernottamento.

3° giorno: Salorno – Lago di Braies – San Candido  – Bergamo
Prima colazione in hotel ed escursione al Lago di Braies. Il lago giace ai piedi dell’imponente parete rocciosa della Croda del Becco (2.810 m) e si trova all’interno del parco naturale Fanes – Sennes e Braies. Ha un’estensione di circa 31 ettari con una lunghezza di 1,2 km e una larghezza di 300-400 metri. È uno dei laghi più profondi della provincia autonoma di Bolzano, con ben 36 metri di profondità massima e una profondità media di 17.E un lago di sbarramento, in quanto la sua creazione è dovuta allo sbarramento del rio Braies a causa di una frana staccatasi dal Sasso del Signore. Il lago è una meta turistica, che attira per il colore blu intenso delle sue acque limpide e per lo scenario naturale in cui è immerso. In effetti il lago è circondato su tre lati da cime dolomitiche.
Verso le ore 12 trasferimento al paese di  San Candido per il  pranzo in ristorante e successiva passeggiata nel centro storico.
Nel pomeriggio partenza per il rientro in bus a Bergamo.

Contattaci

Invia la tua richiesta all'Agenzia di Viaggi Destinazione Sole

    OBBLIGATORIO - Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo quanto espresso nella privacy policy. La compilazione del presente modulo ci consente di ricontattarti ai soli fini di prendere in carico la tua richiesta di informazioni. Leggi la Privacy Policy


    Guarda le altre proposte di DESTINAZIONE SOLE

    Itinerari Enogastronomici

    Itinerari Enogastronomici

    Scoprire e vivere la cultura enogastronomica della Valtellina. Incontrare i produttori locali, scoprire le loro tradizioni e ovviamente degustare i prodotti tipici a marchio DOP e IGP: bresaola, formaggi, pizzoccheri, vini, mele.

    leggi tutto